Ultime scientifiche

giovedì 20 ottobre 2016

ALBERI : SCOPERTO LO STRAORDINARIO MODO CON CUI ALCUNI SI DIFENDONO DAL MORSO DEGLI ERBIVORI

Soltanto il primo capriolo che mangia le foglie di un acero montano o di un faggio europeo gode di un pasto piacevole : dopo i primi morsi l'albero mette infatti in atto una serie di difese chimiche che lo rendono disgustoso per tutti gli erbivori che si azzarderanno ancora a cibarsene .
Lo rivelano in uno studio pubblicato su Functional Ecology i ricercatori dell'Università di Lipsia : queste due specie di alberi sono in grado di distinguere tra la perdita di foglie per eventi occasionali (come il vento) e quella dovuta al pasto di cervi e caprioli . L'indizio che rivela la minacciosa presenza di un animale affamato è la saliva . Dopo due giorni dal primo morso, le piante rendono meno invitante la parte offesa tramite un aumento nella concentrazione di fenoli (composti aromatici) e tannini (sostanze note agli enologi perchè rendono amaro il vino) .