Ultime scientifiche

lunedì 5 gennaio 2015

QUANDO IL SALE AVVELENA LA TERRA

Secondo uno studio sull'inquinamento da sale nei terreni agricoli condotto dall'Istituto Inweh dell'Università delle Nazioni Unite, ogni settimana nel mondo si perde un'area più grande di Manhattan per la degradazione dei terreni dovuta al sale . Questo fenomeno si verifica nelle regioni aride e semi-aride, per esempio dove l'irrigazione è praticata senza sistemi di drenaggio . L'acqua evapora e i sali disciolti si accumulano nel suolo abbassandone la produttività : i raccolti si riducono dal 15 al 70% .  Lo studio calcola che oggi l'area degradata equivale alla Francia e che si aggiungono 2.000 ettari al giorno . Tra le zone più colpite, quella del lago d'Aral, in Asia, e del Murray - Darling Basin in Australia .