Ultime scientifiche

venerdì 19 dicembre 2014

ANTIOSSIDANTI PER L'EMICRANIA

Uno studio italiano dell'Istituto Scientifico San Raffaele Pisana di Roma, condotto su 750 persone, conferma l'associazione tra emicrania ed eccesso di ossidazione cellulare, aprendo così alla possibilità di intervenire con agenti antiossidanti (come ad esempio Rosa canina e Gingko biloba) per prevenirla ed evitare che diventi cronica .
La notizia dovrebbe interessare soprattutto chi soffre di emicrania con aura (in cui il mal di testa è preceduto da scintillii visivi e formicolii, lacrimazione dell'occhio) . Costoro avrebbero, infatti, una variante difettosa di un gene che influisce  sull'ossidazione della corteccia cerebrale .