Ultime scientifiche

sabato 23 gennaio 2010

INFLUENZA : PIU' A RISCHIO I PENDOLARI

Tanto tempo al freddo intenso e al vento sotto le pensiline in attesa di tram, bus o treni . E poi via in ufficio dove, molto spesso, ci si trova in un ambiente iperriscaldato .
Sono proprio gli sbalzi termici, a cui sono esposti soprattutto i pendolari, a creare le condizioni ideali per il proliferare di virus e batteri . I maggiori responsabili del recente incremento delle forme parainfluenzali, caratterizzate prevalentemente da mal di gola, tosse e naso chiuso, sarebbero proprio le repentine variazioni di temperatura a cui è esposto l'organismo. Il risultato ? Nelle ultime settimane gli italiani finiti a letto ammalati sono circa 300mila, di cui 100mila per colpa della nuova influenza (comunque in deciso rallentamento) e i restanti 200mila colpiti, appunto, da virus parainfluenzali .